Questo sito utilizza i cookie. I cookie ci aiutano a garantirti un’esperienza di navigazione migliore. Questo sito utilizza, altresì, cookie di terze parti a fini di analisi

Per informazioni o per sapere come autorizzare, limitare o bloccare i cookie clicca sul link qui di seguito. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa

1. Informativa Cookies

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito con riferimento all’utilizzo dei cookie e al relativo trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Vai alla sezione Privacy per conoscere le politiche di sicurezza del nostro sito, il Titolare, l’elenco dei Responsabili dei trattamenti, le modalità del trattamento e i diritti agli interessati (ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003).

Al fine di offrire sempre la miglior navigazione possibile, il nostro sito utilizza i cookie proprietari e di “terze parti”.

Un cookie è un file di testo che viene memorizzato sul tuo terminale (desktop, tablet, smartphone, notebook), tramite il tuo browser, durante la navigazione.

Attraverso questi cookie il sito potrà ricordarsi di te e delle tue preferenze ogni volta che accederai allo stesso.

I cookie che utilizziamo sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Categoria 1: Cookie Tecnici “Strettamente necessari”

I cookie tecnici permettono un agevole utilizzo del sito. In particolare, utilizziamo cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale fruizione del sito, ricordando, ad esempio, la preferenza linguistica durante la navigazione.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3. Se tuttavia, imposterai il tuo browser in modo da rifiutare tali cookie, alcuni servizi del sito potrebbero non essere visualizzati correttamente.

 

Categoria 2: Cookie Analytics “di terze parti”

Nel nostro sito utilizziamo cookie analytics “persistenti” di terze parti (google analytics) al fine di raccogliere, in modo anonimo, informazioni sull’utilizzo del sito. Tali cookie, funzionalmente assimilabili ai cookie tecnici, sono trattati in forma aggregata a fine di monitorare le aree del sito maggiormente visitate, il numero degli accessi ed, in generale, per ottenere statistiche anonime circa l’utilizzo del sito.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3.

Link all’informativa privacy e cookie per i cookie di google analytics:

-       Google (http://www.google.com/policies/privacy/)

2. Espressione del consenso

I cookie verranno utilizzati esclusivamente previo consenso dell’interessato. Per l’espressione del consenso è sufficiente continuare la navigazione del sito mediante, ad esempio, un click su un’altra sezione del medesimo portale.

3. I cookie e le impostazioni del tuo browser:

Qui di seguito, in ottemperanza al provvedimento del Garante della Privacy del 08.05.14, i link alle impostazioni dei singoli browser per poter autorizzare, limitare e disabilitare i cookie:

- Chrome

- Firefox

- Internet Explorer

- Opera

- Safari

Se c'é un modo di fare meglio, trovalo.

(Thomas Edison)

Sfilate d’alta moda, concorrenza sleale e diritti d’autore: il caso Fendi/Zara
Martedì, 30 Settembre 2014 14:42

Sfilate d’alta moda, concorrenza sleale e diritti d’autore: il caso Fendi/Zara

di Mauro Santo 

La settimana della Moda di Milano e le sfilate delle maggiori aziende del settore impegnano ogni anno non solo gli stilisti e i loro follower in un tour de force di eventi e party, ma anche la dottrina e la giurisprudenza. Negli anni, infatti, svariate pronunce delle corti italiane ed europee hanno aperto una discussione in merito alle sfilate d’alta moda ed ai diritti e i temi giuridici loro connessi.  Proprio a questo proposito, lo scorso 10 luglio, la Sezione Specializzata in materia di Impresa del Tribunale di Milano si è pronunciata su un illecito di concorrenza sleale e una violazione di diritto d’autore in una vertenza che ha visto contrapposte Fendi S.r.l. e Zara Italia S.r.l, in cui l’oggetto conteso consisteva proprio nelle immagini di una sfilata.

La casa di moda romana ha contestato un utilizzo illecito di due immagini relative al proprio show della Settimana della Moda 2013 da parte della nota catena di abbigliamento Zara.

Zara ha infatti elaborato e riprodotto con la tecnica del disegno, due immagini della modella in abito rosso, simbolo della collezione presentata lo scorso anno da Fendi, su alcuni capi di abbigliamento commercializzati nei negozi Zara.

Il Giudice milanese ha accolto le domande di Fendi, concedendo alla società la tutela richiesta, ai sensi della normativa sul diritto d’autore e delle concorrenza sleale e in particolare, ha inibito a Zara di riprodurre e commercializzare, in ogni forma, i capi di abbigliamento riproducenti le immagini oggetto di violazione e ha autorizzato il sequestro di quelli già in commercio, fissando una penale per ogni violazione del provvedimento oltre che per eventuali ritardi nella sua esecuzione. In particolare il Tribunale ha riconosciuto che, alla luce dell’intensa campagna pubblicitaria promossa da Fendi attraverso le immagini poi riprodotte da Zara, esiste da parte del pubblico un concreto rischio di confusione “post-vendita”, vale a dire un rischio di associazione tra i prodotti Fendi e quelli Zara, con un indebito vantaggio concorrenziale a favore di Zara, derivante dall’agganciamento da parte di quest’ultima all’immagine della casa di alta moda, in violazione dell’art. 2598 c. 2 del codice civile.