Questo sito utilizza i cookie. I cookie ci aiutano a garantirti un’esperienza di navigazione migliore. Questo sito utilizza, altresì, cookie di terze parti a fini di analisi

Per informazioni o per sapere come autorizzare, limitare o bloccare i cookie clicca sul link qui di seguito. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa

1. Informativa Cookies

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito con riferimento all’utilizzo dei cookie e al relativo trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Vai alla sezione Privacy per conoscere le politiche di sicurezza del nostro sito, il Titolare, l’elenco dei Responsabili dei trattamenti, le modalità del trattamento e i diritti agli interessati (ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003).

Al fine di offrire sempre la miglior navigazione possibile, il nostro sito utilizza i cookie proprietari e di “terze parti”.

Un cookie è un file di testo che viene memorizzato sul tuo terminale (desktop, tablet, smartphone, notebook), tramite il tuo browser, durante la navigazione.

Attraverso questi cookie il sito potrà ricordarsi di te e delle tue preferenze ogni volta che accederai allo stesso.

I cookie che utilizziamo sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Categoria 1: Cookie Tecnici “Strettamente necessari”

I cookie tecnici permettono un agevole utilizzo del sito. In particolare, utilizziamo cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale fruizione del sito, ricordando, ad esempio, la preferenza linguistica durante la navigazione.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3. Se tuttavia, imposterai il tuo browser in modo da rifiutare tali cookie, alcuni servizi del sito potrebbero non essere visualizzati correttamente.

 

Categoria 2: Cookie Analytics “di terze parti”

Nel nostro sito utilizziamo cookie analytics “persistenti” di terze parti (google analytics) al fine di raccogliere, in modo anonimo, informazioni sull’utilizzo del sito. Tali cookie, funzionalmente assimilabili ai cookie tecnici, sono trattati in forma aggregata a fine di monitorare le aree del sito maggiormente visitate, il numero degli accessi ed, in generale, per ottenere statistiche anonime circa l’utilizzo del sito.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3.

Link all’informativa privacy e cookie per i cookie di google analytics:

-       Google (http://www.google.com/policies/privacy/)

2. Espressione del consenso

I cookie verranno utilizzati esclusivamente previo consenso dell’interessato. Per l’espressione del consenso è sufficiente continuare la navigazione del sito mediante, ad esempio, un click su un’altra sezione del medesimo portale.

3. I cookie e le impostazioni del tuo browser:

Qui di seguito, in ottemperanza al provvedimento del Garante della Privacy del 08.05.14, i link alle impostazioni dei singoli browser per poter autorizzare, limitare e disabilitare i cookie:

- Chrome

- Firefox

- Internet Explorer

- Opera

- Safari

Se c'é un modo di fare meglio, trovalo.

(Thomas Edison)

Focus “on-line”: definizione dei “diritti fondamentali” nella Rete, inizia la consultazione italiana
Giovedì, 23 Ottobre 2014 14:34

Focus “on-line”: definizione dei “diritti fondamentali” nella Rete, inizia la consultazione italiana

di Ilaria Gargiulo

Centoventi giorni di consultazione online a partire dal prossimo 27 ottobre: ecco il secondo step per la bozza  di testo della Dichiarazione dei Diritti in Internet, composta da 14 articoli, resa pubblica il 13 ottobre durante una conferenza internazionale presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, dove si è tenuta la riunione dei presidenti delle commissioni europee competenti in materia di diritti fondamentali dell’Unione. La presa di coscienza del ruolo preminente assunto da Internet quale spazio economico che rende possibile innovazione, competizione e crescita, è un passo irrinunciabile per un paese che si definisce democratico e, nonostante siano state necessarie le spinte da parte del Consiglio Europeo, l’iniziativa può certamente dirsi innovativa.

Particolarmente significativo è il primo articolo del testo che, nel riconoscere garanzia ai diritti fondamentali di ogni persona, statuisce che tali diritti “devono essere interpretatati in modo da assicurarne l’effettività nella dimensione della Rete”. Un aggiornamento della normativa strettamente legato al mondo del web, destinato ad avere un forte impatto sociale, risulterebbe, infatti, quantomeno indebolito se poi i singoli diritti fossero interpretati in base a criteri e una visione d’insieme limitata, che non tiene conto delle mille sfaccettature di Internet e degli strumenti a questo collegati. 

Allo stesso modo, l’art. 12, che definisce la sicurezza in rete quale interesse pubblico e quindi la volontà di garantire una tutela ai diritti in internet, costituisce un punto essenziale di tale Dichiarazione poiché senza tale principio generale, la sola definizione nella Dichiarazione di specifici diritti, quali il diritto di accesso, la tutela dei dati personali, il diritto all’identità, l’anonimato o il diritto all’oblio ne farebbe dei concetti teorici privi di qualsiasi riscontro pratico.

Lo scandalo delle intercettazioni e della sorveglianza globale denunciate da Edward Snowden, il c.d. “Datagate”, che ha sollevato un gran dibattito in Europa e nel mondo in tema di sicurezza online e diritti fondamentali, potrebbe quindi aver sortito un effetto positivo se al termine di tale consultazione si avrà un testo che permetta al diritto di stare al passo con i tempi – rapidissimi - dell’era digitale. In attesa della versione definitiva e della sua approvazione però, per farsi un’idea su come questo testo dovrebbe svilupparsi e uno spunto per partecipare attivamente alla consultazione, si può consultare al Marco Civil, il testo promulgato lo scorso aprile dal governo brasiliano, il primo a muoversi attivamente su tale fronte.

ilaria.gargiulo@milalegal.com