Questo sito utilizza i cookie. I cookie ci aiutano a garantirti un’esperienza di navigazione migliore. Questo sito utilizza, altresì, cookie di terze parti a fini di analisi

Per informazioni o per sapere come autorizzare, limitare o bloccare i cookie clicca sul link qui di seguito. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa

1. Informativa Cookies

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito con riferimento all’utilizzo dei cookie e al relativo trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Vai alla sezione Privacy per conoscere le politiche di sicurezza del nostro sito, il Titolare, l’elenco dei Responsabili dei trattamenti, le modalità del trattamento e i diritti agli interessati (ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003).

Al fine di offrire sempre la miglior navigazione possibile, il nostro sito utilizza i cookie proprietari e di “terze parti”.

Un cookie è un file di testo che viene memorizzato sul tuo terminale (desktop, tablet, smartphone, notebook), tramite il tuo browser, durante la navigazione.

Attraverso questi cookie il sito potrà ricordarsi di te e delle tue preferenze ogni volta che accederai allo stesso.

I cookie che utilizziamo sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Categoria 1: Cookie Tecnici “Strettamente necessari”

I cookie tecnici permettono un agevole utilizzo del sito. In particolare, utilizziamo cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale fruizione del sito, ricordando, ad esempio, la preferenza linguistica durante la navigazione.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3. Se tuttavia, imposterai il tuo browser in modo da rifiutare tali cookie, alcuni servizi del sito potrebbero non essere visualizzati correttamente.

 

Categoria 2: Cookie Analytics “di terze parti”

Nel nostro sito utilizziamo cookie analytics “persistenti” di terze parti (google analytics) al fine di raccogliere, in modo anonimo, informazioni sull’utilizzo del sito. Tali cookie, funzionalmente assimilabili ai cookie tecnici, sono trattati in forma aggregata a fine di monitorare le aree del sito maggiormente visitate, il numero degli accessi ed, in generale, per ottenere statistiche anonime circa l’utilizzo del sito.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3.

Link all’informativa privacy e cookie per i cookie di google analytics:

-       Google (http://www.google.com/policies/privacy/)

2. Espressione del consenso

I cookie verranno utilizzati esclusivamente previo consenso dell’interessato. Per l’espressione del consenso è sufficiente continuare la navigazione del sito mediante, ad esempio, un click su un’altra sezione del medesimo portale.

3. I cookie e le impostazioni del tuo browser:

Qui di seguito, in ottemperanza al provvedimento del Garante della Privacy del 08.05.14, i link alle impostazioni dei singoli browser per poter autorizzare, limitare e disabilitare i cookie:

- Chrome

- Firefox

- Internet Explorer

- Opera

- Safari

Se c'é un modo di fare meglio, trovalo.

(Thomas Edison)

Ancora sul giudice competente per la violazione dei diritti d'autore on-line: un recente caso di fotografie "hot" in UK
Venerdì, 21 Novembre 2014 16:45

Ancora sul giudice competente per la violazione dei diritti d'autore on-line: un recente caso di fotografie "hot" in UK

di Elisabetta Mina

Lo scorso 17 novembre nella decisione Omnibill V. Egpsxxx and Carter l’Intellectual Property Enterprise Court di Londra ha affermato la giurisdizione delle corti inglesi in un caso di violazione di diritti d'autore avvenuto attraverso la diffusione non autorizzata di fotografie (pornografiche) sul web, lamentata da parte di una società che fornisce servizi di "escort" in Sudafrica, da parte di una società inglese concorrente, che ha utilizzato all’interno del proprio sito le medesime fotografie utilizzate dalla società sudafricana per pubblicizzare i propri analoghi servizi.

La società inglese aveva ammesso di aver riprodotto e diffuso le fotografie della società sudafricana senza autorizzazione, sostenendo tuttavia la carenza di giurisdizione delle corti UK ad accertare ogni eventuale violazione, in quanto il sito internet sul quale tali fotografie erano state pubblicate non sarebbe stato, a parere dei resistenti, indirizzato al pubblico UK.

Questa vertenza affronta nuovamente il tema del giudice competente a decidere di una violazione dei diritti d'autore avvenuta attraverso la rete e all'accertamento dei conseguenti danni, di cui abbiamo avuto occasione di occuparci in un nostro recente commento, in occasione del deposito delle conclusioni da parte dell’Avvocato Generale Pedro Cruz Villalòn,  nella causa Hejduk v. Energie Agentur, che ha proposto criteri di individuazione della giurisdizione alternativi rispetto a quelli in passato adottati dalla Corte di Giustizia Europea affermando la competenza dei giudici dello Stato in cui si è determinato l’evento causale.

La decisione del 17 novembre scorso ha dato applicazione al criterio della focalizzazione (vale a dire la giurisdizione del giudice dello Stato in cui si sia focalizzata l’attività lesiva in base ad una serie di elementi quali, a titolo di esempio, la lingua del sito, la nazionalità degli utenti che ne usufruiscono, la menzione all’interno del sito stesso di una clientela internazionale composta da clienti domiciliati in stati differenti), seguito dalla Corte di Giustizia da ultimo nella decisione Donner e Football Dataco (ma superato poi in altre successive decisioni), riconoscendo la giurisdizione delle corti inglesi a decidere della violazione denunciata, in quanto l’attività del sito internet della società convenuta, o almeno parte della stessa, è stato ritenuto "diretto" al pubblico in UK.

A questo punto, sarà determinante la posizione che assumerà la Corte di Giustizia Europea nella causa Hejduk v. Energie Agentur, di conferma o, al contrario, di superamento dei passati criteri di individuazione della giurisdizione oggi ancora applicati non solo dalle corti inglesi, ma anche in molti altri paesi europei in caso di violazione di diritti d'autore attraverso la diffusione non autorizzata di contenuti protetti in rete.

elisabetta.mina@milalegal.com