Questo sito utilizza i cookie. I cookie ci aiutano a garantirti un’esperienza di navigazione migliore. Questo sito utilizza, altresì, cookie di terze parti a fini di analisi

Per informazioni o per sapere come autorizzare, limitare o bloccare i cookie clicca sul link qui di seguito. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa

1. Informativa Cookies

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito con riferimento all’utilizzo dei cookie e al relativo trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Vai alla sezione Privacy per conoscere le politiche di sicurezza del nostro sito, il Titolare, l’elenco dei Responsabili dei trattamenti, le modalità del trattamento e i diritti agli interessati (ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003).

Al fine di offrire sempre la miglior navigazione possibile, il nostro sito utilizza i cookie proprietari e di “terze parti”.

Un cookie è un file di testo che viene memorizzato sul tuo terminale (desktop, tablet, smartphone, notebook), tramite il tuo browser, durante la navigazione.

Attraverso questi cookie il sito potrà ricordarsi di te e delle tue preferenze ogni volta che accederai allo stesso.

I cookie che utilizziamo sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Categoria 1: Cookie Tecnici “Strettamente necessari”

I cookie tecnici permettono un agevole utilizzo del sito. In particolare, utilizziamo cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale fruizione del sito, ricordando, ad esempio, la preferenza linguistica durante la navigazione.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3. Se tuttavia, imposterai il tuo browser in modo da rifiutare tali cookie, alcuni servizi del sito potrebbero non essere visualizzati correttamente.

 

Categoria 2: Cookie Analytics “di terze parti”

Nel nostro sito utilizziamo cookie analytics “persistenti” di terze parti (google analytics) al fine di raccogliere, in modo anonimo, informazioni sull’utilizzo del sito. Tali cookie, funzionalmente assimilabili ai cookie tecnici, sono trattati in forma aggregata a fine di monitorare le aree del sito maggiormente visitate, il numero degli accessi ed, in generale, per ottenere statistiche anonime circa l’utilizzo del sito.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3.

Link all’informativa privacy e cookie per i cookie di google analytics:

-       Google (http://www.google.com/policies/privacy/)

2. Espressione del consenso

I cookie verranno utilizzati esclusivamente previo consenso dell’interessato. Per l’espressione del consenso è sufficiente continuare la navigazione del sito mediante, ad esempio, un click su un’altra sezione del medesimo portale.

3. I cookie e le impostazioni del tuo browser:

Qui di seguito, in ottemperanza al provvedimento del Garante della Privacy del 08.05.14, i link alle impostazioni dei singoli browser per poter autorizzare, limitare e disabilitare i cookie:

- Chrome

- Firefox

- Internet Explorer

- Opera

- Safari

Se c'é un modo di fare meglio, trovalo.

(Thomas Edison)

La Pubblicità del Gioco Spin & Go (Poker On-Line) in contrasto con il Codice IAP
Mercoledì, 04 Marzo 2015 13:01

La Pubblicità del Gioco Spin & Go (Poker On-Line) in contrasto con il Codice IAP

di Marina Lanfranconi 

Gli spot pubblicitari, diffusi sulle reti Mediaset, aventi peroggetto un servizio di gioco di poker online a montepremi variabile denominato “Spin & go”, accessibile attraverso la piattaforma “Pokerstars”, gestita dalla società Reel Italy Ltd, sono contrari all’art. 28-ter del Codice di Autodisciplina Pubblicitaria (CAP) e per questo l’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) ne ha ordinato la cessazione. 

Negli spot contestati vengono mostrati alcuni giocatori intenti a provare il prodotto reclamizzato, mentre una voce fuori campo recita “Pokerstars presenta Spin & Go, tre giocatori, Uno spin e puoi vincere fino a 10.000 Euro in 5 minuti. Solo su Pokerstars” e compare in sovraimpressione – nella parte inferiore dello schermo – la dicitura “probabilità di trovare uno spin&go da 10.000 Euro: 4 su 100.000 con buy-in pari a 10 Euro”.

Lo IAP, alla luce degli stringenti parametri di correttezza, trasparenza e responsabilità previsti dall’art. 28-ter del Codice dell’Autodisciplina Pubblicitaria (CAP) per la pubblicità dei prodotti del “settore gioco con vincita in denaro”, ha ritenuto che la dicitura in sovraimpressione non fosse sufficiente a scongiurare la violazione del citato articolo. Ciò in considerazione da una parte, dei potenziali rischi connessi ad un utilizzo improprio della comunicazione da parte di operatori del settore e i servizi promossi e dall’altra della vulnerabilità e impulsività di una parte dei consumatori.

Principio ispiratore dell’art. 28-ter, inserito nel CAP nel 2012 ovvero pochi mesi prima dell’entrata in vigore della Legge Balduzzi[1], è la tutela dell’interesse primario degli individui, ed in particolare dei minori, ad una vita familiare, sociale e lavorativa protetta dalle conseguenze di comportamenti di gioco non responsabile, determinati da eccesso o dipendenza. A tal proposito, infatti, prevede che la comunicazione commerciale relativa ai giochi con vincita in denaro, autorizzati sul territorio italiano, non debba contrastare con l’esigenza di favorire l’affermazione di modelli di comportamento ispirati a misura, correttezza e responsabilità. Ecco perché, rispetto ad altri settori, la pubblicità del settore gioco subisce vincoli maggiori, non deve in nessun caso incoraggiare il gioco eccessivo o incontrollato e deve riportare in modo chiaro le modalità di gioco e le condizioni di fruizione di bonus e incentivi.

Quanto al merito della questione conclusasi lo scorso 23 gennaio 2015, il Giurì ha ritenuto che il messaggio veicolato dai due spot “Spin & go” violasse non tanto l’art. 2 del CAP in tema di comunicazione ingannevole, ma proprio l’art. 28-ter perché non presentava con sufficiente chiarezza il prodotto reclamizzato al punto che una persona non esperta di giochi non avrebbe potuto capire che si trattava di un gioco di poker online. Tale confusione sulla natura del gioco avrebbe potuto indurre i consumatori a giocare senza tenere presente che il poker presenta una doppia componente di l’abilità  e fortuna, con la conseguenza che un soggetto poco esperto, a causa dell’equivocità dello spot, avrebbe potuto partecipare al gioco promosso senza valutare correttamente le sue effettive chances di successo.

Per giungere a tale conclusione sono stati esaminati, tenendo presente la ratio dell’art. 28-ter, sia i singoli elementi dello spot che il messaggio nel suo complesso. Al fine di scongiurare una confusione da parte anche degli utenti non particolarmente avveduti o attenti, le immagini delle carte sul tavolo verde così come il marchio generale “Pokermasters” inserito sul finale e la presenza di tre giocatori nello spot, sono stati valutati non decisivi dal Giurì al fine di chiarire ai consumatori le caratteristiche del prodotto reclamizzato.

Nei settori più “sensibili” la creatività pubblicitaria è soggetta a maggiori vincoli rispetto ad altri settori proprio al fine di far prevalere un principio di tutela dei soggetti più vulnerabili che vengono comunque esposti alla comunicazione commerciale oggi diffusa capillarmente.

 

[1] Decreto Legge del 13 settembre 2012, n. 158 convertito con la Legge dell’8 novembre 2012, n. 189.

marina.lanfranconi@milalegal.com