Questo sito utilizza i cookie. I cookie ci aiutano a garantirti un’esperienza di navigazione migliore. Questo sito utilizza, altresì, cookie di terze parti a fini di analisi

Per informazioni o per sapere come autorizzare, limitare o bloccare i cookie clicca sul link qui di seguito. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa

1. Informativa Cookies

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito con riferimento all’utilizzo dei cookie e al relativo trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Vai alla sezione Privacy per conoscere le politiche di sicurezza del nostro sito, il Titolare, l’elenco dei Responsabili dei trattamenti, le modalità del trattamento e i diritti agli interessati (ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003).

Al fine di offrire sempre la miglior navigazione possibile, il nostro sito utilizza i cookie proprietari e di “terze parti”.

Un cookie è un file di testo che viene memorizzato sul tuo terminale (desktop, tablet, smartphone, notebook), tramite il tuo browser, durante la navigazione.

Attraverso questi cookie il sito potrà ricordarsi di te e delle tue preferenze ogni volta che accederai allo stesso.

I cookie che utilizziamo sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Categoria 1: Cookie Tecnici “Strettamente necessari”

I cookie tecnici permettono un agevole utilizzo del sito. In particolare, utilizziamo cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale fruizione del sito, ricordando, ad esempio, la preferenza linguistica durante la navigazione.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3. Se tuttavia, imposterai il tuo browser in modo da rifiutare tali cookie, alcuni servizi del sito potrebbero non essere visualizzati correttamente.

 

Categoria 2: Cookie Analytics “di terze parti”

Nel nostro sito utilizziamo cookie analytics “persistenti” di terze parti (google analytics) al fine di raccogliere, in modo anonimo, informazioni sull’utilizzo del sito. Tali cookie, funzionalmente assimilabili ai cookie tecnici, sono trattati in forma aggregata a fine di monitorare le aree del sito maggiormente visitate, il numero degli accessi ed, in generale, per ottenere statistiche anonime circa l’utilizzo del sito.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3.

Link all’informativa privacy e cookie per i cookie di google analytics:

-       Google (http://www.google.com/policies/privacy/)

2. Espressione del consenso

I cookie verranno utilizzati esclusivamente previo consenso dell’interessato. Per l’espressione del consenso è sufficiente continuare la navigazione del sito mediante, ad esempio, un click su un’altra sezione del medesimo portale.

3. I cookie e le impostazioni del tuo browser:

Qui di seguito, in ottemperanza al provvedimento del Garante della Privacy del 08.05.14, i link alle impostazioni dei singoli browser per poter autorizzare, limitare e disabilitare i cookie:

- Chrome

- Firefox

- Internet Explorer

- Opera

- Safari

Se c'é un modo di fare meglio, trovalo.

(Thomas Edison)

L’Avvocato Generale Szpunar: la suola rossa di Louboutin è un marchio di forma che “dà valore sostanziale al prodotto”
Venerdì, 23 Febbraio 2018 08:44

L’Avvocato Generale Szpunar: la suola rossa di Louboutin è un marchio di forma che “dà valore sostanziale al prodotto”

di Simona Franco

Nel 2010 Chiristian Louboutin, stilista francese noto in tutto il mondo per le sue scarpe gioiello caratterizzate dalla suola rossa scarlatta, registra in Benelux un marchio che consiste “nel colore rosso (Pantone 18 1663TP) applicato alla suola di una scarpa come rappresentata”.

Nel 2012 Louboutin ha adito il Tribunale dell’Aja per chiedere che venisse accertato che la società Van Haren, vendendo scarpe da donna con il tacco la cui suola è di colore rosso, si è resa responsabile di contraffazione del marchio di Louboutin. Van Haren sostiene la nullità del marchio Louboutin perchè il colore rosso, applicato alla suola della scarpa, coincide con la forma stessa del prodotto e conferisce allo stesso un valore sostanziale.

Il Tribunale dell’Aja ha rimesso la questione alla Corte di Giustizia affinché chiarisca se il divieto di registrare come marchi le forma che danno valore sostanziale al prodotto (art. 3, par. 1, lett. e), della direttiva 2008/95) si estende anche alle caratteristiche (non tridimensionali) del prodotto, come i colori.

L’Avvocato Generale Szpunar nella sua prima Opinione, resa il 22 giugno 2017, qualifica il marchio registrato da Louboutin come un marchio di forma che rivendica la tutela per un particolare colore in relazione a detta forma, piuttosto che un marchio costituito da un colore specifico. Egli conclude affermando che i segni in cui i colori si integrano nella forma del prodotto sono soggetti al divieto posto dall’art. 3, par. 1, lett. e), della direttiva 2008/95.

Sorprendentemente la Corte di Giustizia, anziché pronunciarsi sul caso in esame, ha disposto la riapertura del procedimento e il 6 febbraio 2017 l’Avvocato Generale si è nuovamente pronunciato sulla questione, integrando le conclusioni già rassegnate il 22 giugno 2017.

L’Avvocato Generale coglie l’occasione specificare che la ratio dall’art. 3, par. 1, lett. e), della direttiva 2008/95 risiede nell’ interesse a mantenere di pubblico dominio i segni che si confondono con la forma del prodotto. Pertanto, secondo l’Avvocato Generale, qualora si ritenesse che le caratteristiche che conferiscono “valore sostanziale” ad un prodotto dipendono da fattori esogeni, quali la percezione che il pubblico di riferimento ha di quel segno, sarebbe incoerente escludere l’applicazione di tale disposizione ad un segno costituito dalla forma del prodotto che rivendica la tutela per un colore specifico, quando tale segno è in grado di richiamare la particolare attenzione del consumatore.

L’opinione resa dall’Avvocato Generale si discosta nettamente dalle decisioni rese recentemente in alcuna corti nazionali, quali ad esempio Francia e Belgio. Tali corti hanno sostenuto che le linee tratteggiate della scarpa hanno il mero scopo di individuare il marchio in questione. Conseguentemente, i giudici nazionali hanno qualificato il segno di Louboutin come marchio figurativo (anziché come marchio di forma) e ne hanno affermato il carattere distintivo, ritenendo l’idoneità di tale marchio ad indicare l’origine dei prodotti cui si riferisce.

E’ bene ricordare che le conclusioni dell’Avvocato Generale non sono vincolanti per la Corte di Giustizia, sarà perciò interessante vedere se e in che termini la Corte seguirà tale opinione.

simona.franco@milalegal.com