Questo sito utilizza i cookie. I cookie ci aiutano a garantirti un’esperienza di navigazione migliore. Questo sito utilizza, altresì, cookie di terze parti a fini di analisi

Per informazioni o per sapere come autorizzare, limitare o bloccare i cookie clicca sul link qui di seguito. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa

1. Informativa Cookies

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito con riferimento all’utilizzo dei cookie e al relativo trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Vai alla sezione Privacy per conoscere le politiche di sicurezza del nostro sito, il Titolare, l’elenco dei Responsabili dei trattamenti, le modalità del trattamento e i diritti agli interessati (ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003).

Al fine di offrire sempre la miglior navigazione possibile, il nostro sito utilizza i cookie proprietari e di “terze parti”.

Un cookie è un file di testo che viene memorizzato sul tuo terminale (desktop, tablet, smartphone, notebook), tramite il tuo browser, durante la navigazione.

Attraverso questi cookie il sito potrà ricordarsi di te e delle tue preferenze ogni volta che accederai allo stesso.

I cookie che utilizziamo sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Categoria 1: Cookie Tecnici “Strettamente necessari”

I cookie tecnici permettono un agevole utilizzo del sito. In particolare, utilizziamo cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale fruizione del sito, ricordando, ad esempio, la preferenza linguistica durante la navigazione.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3. Se tuttavia, imposterai il tuo browser in modo da rifiutare tali cookie, alcuni servizi del sito potrebbero non essere visualizzati correttamente.

 

Categoria 2: Cookie Analytics “di terze parti”

Nel nostro sito utilizziamo cookie analytics “persistenti” di terze parti (google analytics) al fine di raccogliere, in modo anonimo, informazioni sull’utilizzo del sito. Tali cookie, funzionalmente assimilabili ai cookie tecnici, sono trattati in forma aggregata a fine di monitorare le aree del sito maggiormente visitate, il numero degli accessi ed, in generale, per ottenere statistiche anonime circa l’utilizzo del sito.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3.

Link all’informativa privacy e cookie per i cookie di google analytics:

-       Google (http://www.google.com/policies/privacy/)

2. Espressione del consenso

I cookie verranno utilizzati esclusivamente previo consenso dell’interessato. Per l’espressione del consenso è sufficiente continuare la navigazione del sito mediante, ad esempio, un click su un’altra sezione del medesimo portale.

3. I cookie e le impostazioni del tuo browser:

Qui di seguito, in ottemperanza al provvedimento del Garante della Privacy del 08.05.14, i link alle impostazioni dei singoli browser per poter autorizzare, limitare e disabilitare i cookie:

- Chrome

- Firefox

- Internet Explorer

- Opera

- Safari

Se c'é un modo di fare meglio, trovalo.

(Thomas Edison)

Antitrust condanna SIAE: è abuso di posizione dominante
Giovedì, 15 Novembre 2018 15:12

Antitrust condanna SIAE: è abuso di posizione dominante

di Mariangela Liuzzi e Elena Dazio

Abuso di posizione dominante nei mercati dei servizi di gestione dei diritti d’autore: questa la motivazione con la quale, il 25 settembre 2018, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha condannato la Siae per le proprie condotte poste in essere a partire dal gennaio 2012 in violazione dell’art. 102 TFUE. Secondo l’Autorità AGCCM, Siae, «attraverso la pervicace affermazione di un monopolio non supportato dalla normativa»,ha compromesso il diritto di scelta dell’autore e ha precluso l’offerta dei servizi di gestione dei diritti d’autore ai concorrenti.

È questo l’esito dell’istruttoria avviata dall’autorità nell’aprile 2017, dopo le segnalazioni di due imprese, in particolare Soundreef e Innovaetica, a seguito della quale l’Antitrust ha accertato come le condotte della Siae costituiscono «una complessa strategia escludente dei concorrenti nei mercati relativi ai servizi di intermediazione dei diritti d’autore e del servizio di tutela dal plagio e consistente nell’imposizione di vincoli nell’offerta di servizi diversi nella gestione dei diritti d’autore, nell’offerta di servizi di gestione dei diritti d’autore e il servizio di tutela dal plagio, nella gestione di autori non iscritti alla SIAE nonché di ostacoli ai concorrenti nel rilascio di licenze ad emittenti TV e nella gestione di repertori di aventi diritto stranieri».

Tale abuso si è infatti articolato in una serie di condotte finalizzate: i) ad escludere i concorrenti dal mercato dei servizi di gestione collettiva del diritto d'autore e dei relativi diritti non coperti dall’esclusività legale garantita a Siae dall'art. 180 della legge sul diritto d'autore fino al 15 ottobre 2017, ricomprendendo nel mandato relativo a tale riserva anche servizi suscettibili di essere erogati in concorrenza nonchè per impedire al titolare di esercitare direttamente i propri diritti; ii) ad assicurare alla SIAE la gestione dei diritti d’autore dei titolari non iscritti alla SIAE, anche nei casi in cui  questi ultimi avevano espressamente manifestato la volontà di non avvalersi dei servizi da essa erogati; iii) ad ostacolare  gli utilizzatori - in particolare, emittenti TV nazionali e organizzatori di concerti live – a concludere contratti di licenza d’uso delle opere con i concorrenti della SIAE.

Nello specifico dei rapporti con le emittenti televisive l'AGCM ha valutato diversi elementi critici nei precedenti e nuovi accordi Siae per la licenza dei suoi repertori tra cui:

  1. il rilascio di una licenza che non tiene conto dell’effettiva rappresentatività di Siae;

  2. la mancanza, negli accordi di licenza SIAE, delle informazioni circa i repertori amministrati;

  3. l’applicazione di una tariffa a forfait basata sulla tipologia di canale televisivo e calcolata sulla base degli introiti delle emettenti e la completa assenza di riferimento ai criteri evidenziati nella direttiva 2014/26/UE UE tra cui, il valore economico dell'uso dei diritti, la tipologia di uso della musica e il tempo musica, il valore economico del servizio fornito dall’organismo di gestione collettiva.

La Siae ha 60 giorni di tempo per «porre immediatamente fine ai comportamenti distorsivi della concorrenza». Nello stesso termine SIAE può, però, anche impugnare il provvedimento dell'AGCM di fronte all’autorità amministrativa competente.  Per quanto riguarda il profilo sanzionatorio, a dispetto dell’incisività dell’instruttoria e della decisione che ne è seguita, la sanzione comminata è stata “simbolica”: l’AGCM ha infatti irrogato alla SIAE una sanzione pecuniaria pari a mille euro, giustificata dal fatto che «le condotte abusive sono state realizzate dalla SIAE in mercati caratterizzati da una stretta contiguità con gli ambiti coperti dalla riserva vigente fino al 15 ottobre 2017, nonché della specificità e complessità della fattispecie di cui si tratta».

mariangela.liuzzi@milalegal.com

elena.dazio@milalegal.com