Questo sito utilizza i cookie. I cookie ci aiutano a garantirti un’esperienza di navigazione migliore. Questo sito utilizza, altresì, cookie di terze parti a fini di analisi

Per informazioni o per sapere come autorizzare, limitare o bloccare i cookie clicca sul link qui di seguito. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa

1. Informativa Cookies

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito con riferimento all’utilizzo dei cookie e al relativo trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Vai alla sezione Privacy per conoscere le politiche di sicurezza del nostro sito, il Titolare, l’elenco dei Responsabili dei trattamenti, le modalità del trattamento e i diritti agli interessati (ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003).

Al fine di offrire sempre la miglior navigazione possibile, il nostro sito utilizza i cookie proprietari e di “terze parti”.

Un cookie è un file di testo che viene memorizzato sul tuo terminale (desktop, tablet, smartphone, notebook), tramite il tuo browser, durante la navigazione.

Attraverso questi cookie il sito potrà ricordarsi di te e delle tue preferenze ogni volta che accederai allo stesso.

I cookie che utilizziamo sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Categoria 1: Cookie Tecnici “Strettamente necessari”

I cookie tecnici permettono un agevole utilizzo del sito. In particolare, utilizziamo cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale fruizione del sito, ricordando, ad esempio, la preferenza linguistica durante la navigazione.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3. Se tuttavia, imposterai il tuo browser in modo da rifiutare tali cookie, alcuni servizi del sito potrebbero non essere visualizzati correttamente.

 

Categoria 2: Cookie Analytics “di terze parti”

Nel nostro sito utilizziamo cookie analytics “persistenti” di terze parti (google analytics) al fine di raccogliere, in modo anonimo, informazioni sull’utilizzo del sito. Tali cookie, funzionalmente assimilabili ai cookie tecnici, sono trattati in forma aggregata a fine di monitorare le aree del sito maggiormente visitate, il numero degli accessi ed, in generale, per ottenere statistiche anonime circa l’utilizzo del sito.

Puoi in ogni momento autorizzare, limitare o bloccare i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser secondo le modalità spiegate al punto 3.

Link all’informativa privacy e cookie per i cookie di google analytics:

-       Google (http://www.google.com/policies/privacy/)

2. Espressione del consenso

I cookie verranno utilizzati esclusivamente previo consenso dell’interessato. Per l’espressione del consenso è sufficiente continuare la navigazione del sito mediante, ad esempio, un click su un’altra sezione del medesimo portale.

3. I cookie e le impostazioni del tuo browser:

Qui di seguito, in ottemperanza al provvedimento del Garante della Privacy del 08.05.14, i link alle impostazioni dei singoli browser per poter autorizzare, limitare e disabilitare i cookie:

- Chrome

- Firefox

- Internet Explorer

- Opera

- Safari

Se c'é un modo di fare meglio, trovalo.

(Thomas Edison)

La “call to action” sui social network al vaglio dell’AGCM
Lunedì, 08 Novembre 2021 10:08

La “call to action” sui social network al vaglio dell’AGCM

di Francesca Leoni

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha pubblicato sul Bollettino n. 41 del 18 ottobre 2021 la delibera che chiude l’istruttoria avviata a giugno contro la British American Tobacco Italia S.p.A. (BAT) e alcuni influencer per pubblicità occulta effettuata attraverso i social network.

L’Autorità aveva rilevato e contestato la diffusione sul profilo Instagram degli influencer Stefano De Martino, Cecilia Rodriguez e Stefano Sala, legati da un rapporto commerciale con BAT, di post contenenti l’invito ai rispettivi follower a pubblicare, a loro volta, contenuti su Instagram inserendo tag e hashtag collegati alla campagna pubblicitaria del prodotto Glo Hyper, dispositivo per il riscaldamento del tabacco commercializzata da BAT.

Tale pratica è riconducibile al fenomeno dell’influencer marketing, consolidata prassi pubblicitaria che prevede che celebrity, influencer, blogger, vlogger o user pubblichino online contenuti, commenti o opinioni, frutto di un accordo commerciale con aziende inserzioniste, per la promozione di un prodotto o di un brand. Tale modalità di promozione – lecita - comporta la necessità di garantire ai consumatori la massima trasparenza e chiarezza sulla natura pubblicitaria delle comunicazioni così da rendere il pubblico consapevole di trovarsi di fronte ad un messaggio di tala natura e non ad un racconto spontaneo e disinteressato di un influencer.

Nel caso in analisi, gli influencer si erano avvalsi della così detta “call to action” che a detta dell’Autorità è  “volta a creare una interazione con i follower che, nell’aspettativa di ricevere in cambio una maggiore visibilità del proprio profilo, sono indotti a rispondere all’invito e diffondendo su Instagram contenuti collegati – in questo caso – al prodotto Glo Hyper, generando così un effetto pubblicitario in favore del marchio”.

Nei messaggi esaminati l’AGCM ha contestato che il fine pubblicitario non fosse riconoscibile, dal momento che i post oggetto dell’istruttoria non riportavano avvertenze grafiche o testuali tali da consentire di identificarne la finalità promozionale.

Anche in questo caso il procedimento si è concluso con l’accoglimento da parte dell’AGCM che ha accolto e condiviso le dichiarazioni di impegno presentate da parte di BAT e degli influencer coinvolti (ai sensi dell’art. 9, comma 2, lett. a, del Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa).

Con particolare riferimento agli impegni assunti dagli influencers, questi si sono impegnati ad eliminare immediatamente i post oggetto di contestazione, nonché di indicare per qualsivoglia forma di futura attività pubblicitaria e di marketing, compresa la call to action, il nome del brand o del prodotto sponsorizzato preceduto da: “#adv”, “#advertising”, “#pubblicità”, “#sponsoredby”, “#sponsorizzatoda”, “#promotedby”, “#promossoda”, “#adv”, “#inpartnership”, “#incollaborazione”.

BAT si è impegnata a sua volta alla diffusione da parte delle figure apicali della società di linee guida relative all’influencer marketing, nonché a inserire specifiche previsioni negli accordi con gli influencer e negli accordi con le agenzie di intermediazione, che obblighino al rispetto delle linee guida aziendali e prevedano un meccanismo di deterrenza in caso di violazione del suddetto obbligo.

Inoltre BAT si è impegnata, ogniqualvolta proponga una call to action, a chiedere agli influencer a cui si rivolge di indicare “#adv” o “#sponsoredby” prima del nome del prodotto a marchio BAT, pena l’esclusione da qualsiasi premio o ricompensa prevista dalla call to action.  

Sebbene il procedimento sia stato chiuso senza accertare alcuna infrazione, l’AGCM ha deliberato, tuttavia, l’obbligatorietà degli impegni proposti da ciascun professionista e ribadendo l’obbligo di rendere chiaramente riconoscibile la finalità promozionale, ove sussistente, in relazione a tutti i contenuti diffusi mediante social media.

L’intervento si inserisce nell’ambito di un filone di indagine dell’AGCM che, seguendo le evoluzioni delle tecniche di marketing adottate sui social media, punta a colpire le comunicazioni apparentemente neutrali e disinteressate ma in realtà strumentali a promuovere un prodotto e, come tali, in grado di influenzare le scelte del consumatore.

francesca.leoni@milalegal.com